Vacanze in Italia

Vacanze Liguria tour

La Liguria tagliata da valli strette e profonde, per perpendicolari alla costa, la Liguria conobbe, già in età preromana, una civiltà prettamente marittima.
Le ripide pendici delle valli interne della Liguria  sono disseminate di borghi, la cui economia si basa su castagneti e uliveti e sul le tipiche colture a terrazzo.
Risale all‘età imperiale romana l'attuale struttura del paesaggio della Liguria, costituito da vigneti e oliveti cui si sono aggiunte e coltivazioni di legumi e alberi da frutto e la floricoltura a carattere industriale.
La Riviera di Ponente la ovest di Genova è più soleggiata di quella di Levante, che ha però una vegetazione più rigogliosa.

Vacanze al mare:

Da Capo Mortola a Varigotti, le zone che risultano inquinate non sono molte: il tratto allo sbocco del flume Roja, che come ogni foce presenta gravi problemi di degrado; la zona di Ospedaletti e quella tra Cipressa e San Lorenzo al Mare, per la vicinanza di grossi centri abitati, la foce del Torrente Primo e la costa prospiciente i centri abitati di Laigueglia e di Albenga.
Più numerosi invece i tratti non balneabili per motivi indipendenti dalla qualità delle acque, vale a dire per la presenza di porti o di zone tutelate.
Tutto il resto e limpido e pulito.
A Capo Mele, pero, c'e un tratto di litorale non sufficientemente campionato.
Proseguendo oltre Varigotti, fino a Nervi, i tratti
di litorale non abbastanza controllati aumentano. Poche, ma molto sporche, le spiagge vietate: la foce del Torrente Quiliano, Varazze, la foce del Rio Lerca tra Cogoleto e San Martino, l'abitato di Voltri.
Da Voltri fino oltre Genova e il suo porto, la costa e considerata non balneabile per motivi indipendenti dall'inquinamento.
La stessa motivazione viene usata, più a est. per vietare i bagni a Quinto al Mare e nelle vicinanze di Nervi.
In questa parte di litorale aumentano pero le zone fortemente degradate, come quella di Boccadasse e di Sturla.
Oltre Nervi, ci si imbatte subito in un tratto di costa molto inquinata, quella di Sant'Ilario Ligure.
Tra questo centro abitato e quello di Zoagli, si trovano altre due spiagge sporche: Pieve Ligure e Rapallo; quattro punti non balneabili per cause diverse: Camogli, Portofino, la zona tra Corte e Santa Margherita Ligure, un largo tratto nelle vicinanze di Rapallo.
Alcuni chilometri di spiaggia, poi, non sono stati sufficientemente controllati tra Camogli e Portofino. Tutto il resto e considerato abbastanza pulito.
Tra Zoagli e Lerici, le zone non campionate salgono a otto, tra cui alcuni lunghi tratti, come quello di Punta Manara, di Punta Baffe o tra Levanto e Monterosso al Mare.
Quelle chiaramente inquinate si trovano a Sestri Levante, Levanto e Monterosso al Mare.
Più a sud tra Manarola e Rio Maggiore, alla foce del fiume Magra e del torrente Parmignola, vicino a Lerici.

Regione Liguria ideale per l'estate ma anche d'inverno. Ecco per voi qualche offerta last minute di Vacanza al mare in Liguria economica con bambini.

Copyright 2019 profumi.altervista.org